Annafietta

  • Titolo diapositiva

    Scrivi qui la tua didascalia

    Pulsante
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
  • Slide Title

    Write your caption here

    Button
Autore: Anna Finelli 11 ott, 2017

Per creare un mosaico non basta l’abilità tecnica. Le tenaglie, il tagliavetro, la spatola, il cemento, le tessere. Questi sono gli strumenti - indispensabili, certo - per realizzare un’opera sulla base di un progetto. Ma è sufficiente saperli utilizzare? Un mosaico - qui a Ravenna ce l’hanno insegnato i Bizantini - racconta una storia, e a volte le storie impregnano le tessere. Chi fa mosaico oggi ha il compito di raccogliere queste narrazioni e fissarle in quei manufatti contemporanei che spesso vengono commissionati con il preciso scopo di celebrare un traguardo, un passaggio, un anniversario o, più semplicemente, per rendere eterno un ricordo.

Le idee - sembrerà banale - sono la materia prima più preziosa. Così ci sono idee che trasformano alcuni lavori in sfide che emozionano dalle prime fasi di progettazione fino alla consegna. Eccone una.

Autore: Anna Finelli 29 set, 2017

Durante la Notte d'Oro Palazzo Merlato apre le proprie sale più prestigiose e stappa i vini del Gruppo Cevico per brindare al termine delle visite guidate aperte a cittadini e turisti. Occhio perché sono bottiglie speciali. Le ha decorate la nostra bottega Annafietta.it , riprendendo i colori della volta celeste di Galla Placidia.

Potremmo raccontare che è stata una passeggiata. Niente affatto. Un po' la superficie delicata, un po' le bollicine, queste bottiglie ci hanno giocato alcuni scherzetti che vi lasciamo immaginare. Ma riconquistata la sobrietà dopo i primi scoppiettanti esperimenti, ecco rifornita la sala Preconsiliare e la sala del Consiglio in tempo per sabato 7 ottobre.

Al termine di ogni visita (dalle 18 alle 23, ogni 20 minuti, ultimo ingresso alle 22:40), saranno serviti  Vollì Bollicine Romagnole, vino spumante Rubicone I.G.T. , ottenuto da uve bianche locali (in particolare Trebbiano) con metodo Cileno, ovvero vinificato in riduzione di ossigeno. Non facendo entrare in contatto il mosto in fermentazione con l’ossigeno, si esaltano profumi e sapori varietali del vitigno Trebbiano, che esprime così un bouquet molto più fruttato e fresco. Insomma, la Notte d'Oro entra per la prima volta a Palazzo Merlato... e la accompagnamo anche noi.

Autore: Anna Finelli 12 set, 2017

Da piccoli ci insegnano che il rosa è il colore della pelle . A fare il mosaicista capisci che è una balla , se già non ti era venuto il dubbio crescendo. I riflessi di luce, le ombre, i capillari, l’umore, l’espressione, sono parte delle sfumature che fanno del viso umano uno dei soggetti più difficili da rappresentare in maniera realistica a mosaico. Ecco perché qui in laboratorio a Ravenna non parliamo di semplici rosa, ma di “colori carnagione”.
Ed ecco come mai ci siamo rimboccati le maniche quando qualche settimana fa un omone è arrivato in bottega dallo Stato della Virginia, accompagnato dai cugini che - pensa il caso - vivono a Rimini.

Lui entra, dà un’occhiata al negozio, si presenta dicendo che ci ha scovati su internet e mi mostra le immagini di Papa Wojtyla e di Padre Pio . Non è un novellino del mosaico, è un appassionato e a casa ne ha diversi, soprattutto a tema religioso. Sa distinguere le varie fatture, e mentre elogia la qualità delle opere viste a Ravenna ci lusinga, dicendoci che gli piace il nostro modo di comporre il mosaico su due livelli, con l’immagine principale creata su sagoma di legno e successivamente applicata su uno sfondo. Come fai a dirgli di no?

Insomma ci dà le due foto, pure un po’ sgranate, e ci chiede di riprodurle. Noi gli spieghiamo le difficoltà e i limiti del mosaico, ma lui insiste, ci convince e riparte per gli States. Così iniziamo il progetto partendo da Giovanni Paolo II, e in qualche settimana ecco ottenuto un risultato che nemmeno noi immaginavamo.
Ora è il turno di Padre Pio, che ci fa dannare un po’. Abbiamo dovuto ordinare due tonalità di tessere che ci mancavano. E indovinate un po’... entrambe color carnagione. Era da scommetterci. Altro che "rosa pelle".


Altri post
Share by: